lug

16

Shopping, musica live, un paio di drink e il piacere di stare in compagnia: signore e signori, benvenuti al Meet up

Posted by : alessandra | On : 16 luglio 2012

Meetup Napoli Giusy Sorvillo borse handmade

Meet up nel salotto privato di Giusy Sorvillo, designer napoletana di borse handmade

Pezzi vintage, collezioni inedite di giovani creativi, articoli cool ad un prezzo accessibile, in vendita nei salotti privati o in location decisamente alternative. Oggi gli stilisti emergenti si promuovono così, tra un bicchiere di vino e un brano di musica swing. Per farsi conoscere si, ma anche e soprattutto per divertirsi.

Shopping, buona musica, un paio di drink e tanto, tanto divertimento in un ambiente estremamente friendly e accogliente. Se amate gli acquisti alternativi al di fuori dei canali di vendita tradizionali, se vi piace fare shopping divertendovi, se siete stanche delle solite griffe e degli articoli fatti in serie delle ormai onnipresenti catene di marchi in franchising, se amate scovare pezzi vintage dal gusto retrò, allora radunate le amiche e cercate il prossimo meet up in zona.

Le location
In casa, all’interno di un garage, a bordo di un apecar itinerante, nelle stanze di un grande albergo: sono davvero tante le location alternative e spesso suggestive che caratterizzano questa nuova forma di social shopping. Promossi sfruttando i social network e il passaparola tra amiche, i meet up offrono la possibilità a giovani designer emergenti di farsi conoscere e presentare le proprie creazioni di fronte a un pubblico selezionato composto da amici e amici di amici.
A chi vi partecipa offrono un modo insolito e divertente di fare acquisti, la possibilità di accaparrarsi pezzi d’occasione a un prezzo low cost, ma  anche l’opportunità di trascorrere una serata alternativa, di conoscere persone nuove e fare amicizia ascoltando musica e sorseggiando Martini.

Tanti gli appuntamenti in giro per l’Italia
In molte città i meet up sono diventati ormai veri e propri appuntamenti fissi e decisamente “in” a cominciare dal gettonatissimo Chérie’s Tree House di Milano organizzato da Sylvie May  e Chiara Grassi, capace di catalizzare giovani talenti e stilisti emergenti da tutta Italia. Sempre a Milano all’interno di un loft si svolgono le vendite private con sottofondo di musica swing della Penthouse, mentre presso il Teatro Parenti va in scena l’Elita Sunday Park, una ghiotta opportunità  per chi ama la moda di fare acquisti ascoltando musica live.  A Como ogni mese Chiara Perego Meroni organizza nel proprio salotto di casa la vendita di oggetti vintage mentre a Bologna, la casa della scrittrice Patrizia Finucci Gallo ospita regolarmente le collezioni di giovani creativi.

Meet up Napoli giovani designer

Borse, orecchini e costumi in bella mostra su mensole e stender

Innanzitutto il piacere di uscire e stare in compagnia
Organizzati  in case private o in location alternative, i meet up hanno successo perchè uniscono lo shopping al desiderio di stare in compagnia e divertirsi. Dietro non c’è solo la voglia di risparmiare ma anche il bisogno di nuove forme di divertimento e di acquisto basate sul piacere dello scambio e della relazione.
E poi vuoi mettere l’emozione di acquistare un oggetto unico, realizzato solo ed esclusivamente per noi, che nessun altro possiede e potrà mai indossare? E’ questo in fondo il segreto del successo dei meet up: a spiegarmelo, mentre chiacchieriamo sedute al tavolino di un bar in Piazza dei Martiri, sono Giusy Sorvillo e Marina Mandara, due giovani designer napoletane che si autopromuovono organizzando vendite private in casa, condite da musica e aperitivo.
Giusy (che firma le sue creazioni con il marchio Giusy Laux Handmade) è una giovane designer specializzata nella realizzazione di borse handmade all’uncinetto. La classica borsa della nonna trasformata  in un oggetto attuale e cool grazie all’utilizzo di seta, catene e altri materiali inusuali. La passione di Marina invece (in arte MarinaMa Creazioni) che come professione fa l’avvocato, sono gli orecchini, composti in argento e materiali semipreziosi.

Autopromozione e divertimento
Giusy è ormai al suo secondo meet up, entrambi organizzati a casa sua, nell’ampio e accogliente salotto di quello che sembra quasi essere uno chalet di montagna in pieno centro a Napoli, a due passi da Via dei Mille. Al secondo incontro erano presenti circa un centinaio di persone. Oltre alle borse e agli orecchini, a fare bella mostra su mensole, espositori e tavolini anche i costumi delle SistersInLaw Beachwear e le torte della cake designer Giada Baldari. Il prossimo meet up, probabilmente, avverrà in autunno. Se siete dei giovani creativi e siete interessati a  prendervi parte, potete contattarla scrivendo all’indirizzo info@giusylaux.com

Designer Napoli vendite private in casa

Costume e installazione firmati SistersInLaw Beachwear

Le borse di Giusy attualmente sono in vendita anche in alcuni negozi di Napoli. “I meet up – sostiene – sono stati per me un ottimo trampolino di lancio, grazie ad un investimento economico minimo,  mi hanno permesso di farmi conoscere e di ottenere quel tanto di liquidità necessario a finanziarmi per poter crescere ulteriormente”.
Eppure Giusy non ha intenzione di smettere di organizzare meet up, anzi.  “In primis perchè mi diverto e poi perchè mi permettono di continuare a coltivare ed esprimere liberamente la mia creatività . Ogni pezzo che espongo nella mia casa è diverso dagli altri, ogni oggetto è unico. Alla persone questo piace, ciò che vogliono è un prodotto esclusivo, realizzato unicamente per loro, spesso personalizzato in base ai singoli gusti ed esigenze. Con la crisi-  aggiunge Marina – i marchi non hanno più lo stesso appeal di una volta. Le persone cercano il prodotto di nicchia, carino e orginale ma allo stesso tempo accessibile, ad un  prezzo low cost”.

E allora possiamo parlare di un ritorno alle origini? In fondo le vendite private in casa si organizzavano già diversi anni fa, promosse da generosi mecenati per sostenere nuovi stilisti talentuosi. Oggi, è vero, c’è il tam tam della rete virtuale a rendere ancora più veloce il passaparola eppure ciò che più conta, Giusy e Marina ne sono convinte, rimane il contatto diretto con le persone, quella rete di rapporti reali che puoi costruire solo dal vivo e che, oggi, in un mondo dove le persone viaggiano e si spostano continuamente,  paradossalmente può aprirti le porte del mercato più velocemente e facilmente di quanto avviene attraverso i canali di vendita tradizionali.

 

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *