giu

10

La metro al profumo di fragola: a Mosca un esperimento di benessere “olfattivo”

Posted by : alessandra | On : 10 giugno 2013

Ricreare attraverso i profumi le atmosfere perdute di epoche trascorse, come quelle che si respiravano nella Mosca di inizio ‘900, quando nelle vie del centro storico dominavano l’odore del pane appena sfornato proveniente dalle panetterie degli Stagni del Patriarca o quello altrettanto forte e caratteristico delle bancarelle di libri usati nel quartiere di Arbat.
Un progetto ambizioso affidato dal sindaco della città russa alla ditta Aromamedia, specializzata in “marketing olfattivo” , la quale si occuperà anche di “risanare” l’aria in quelle aree della città, è  il caso del quartiere di Domodedovskaj completamente saturo  dell’odore di tabacco proveniente dalla vicina fabbrica di sigarette,  dove le lavorazioni industriali producono odori estremamente forti e non sempre piacevoli. Il tutto grazie a dei giganteschi diffusori di profumo posizionati qua e là nei diversi angoli della città. Gli odori sostengono i responsabili di Aromamedia, costituiscono un potente canale di comunicazione. Nonostante ciò, l’olfatto è uno dei sensi più ingiustamente ignorati nelle strategie di comunicazione e marketing.

I profumi come antidoto allo stress dei pendolari
Ma non finisce qui: Mosca si prepara a diventare una città non solo più profumata ma soprattutto più rilassata e dal buon umore. I profumi saranno infatti protagonisti anche in metropolitana, dove costituiranno una sorta di guida olfattiva “alternativa” a quella dei colori nell’identificare le diverse linee sotterranee.  Una fragranza di limone accompagnerà il percorso della linea gialla, il profumo di menta distinguerà la linea verde mentre un piacevole odore di fragole segnerà la linea rossa. La scelta dei profumi si baserà sulle associazioni, in parte consapevoli e in parte inconsce, tra colori e odori e sulla capacità delle diverse fragranze di influenzare lo stato d’animo dei passeggeri, combattendo ansia e stress.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *