ott

01

Alta moda e shopping online: quando l’ecommerce è glamour

Posted by : alessandra | On : 1 ottobre 2012

A volte “usato” è sinonimo di qualità. E’ quello che succede quando la moda incontra il web dando vita ad esperimento imprenditoriale a metà strada tra un marketplace e un social network pensato per tutte coloro che amano la moda e i capi griffati.
Il portale/community al quale mi riferisco si chiama Private Griffe (www.privategriffe.com) e al suo interno è possibile vendere e acquistare abiti e accessori di marca ad un prezzo estremamente interessante. Si, perchè gli articoli in esposizione provengono dagli armadi delle tante fashion addicted italiane e sebbene non proprio freschi di boutique risultano in ottimo stato, tavolta si tratta persino di abiti mai indossati.

Dai vestiti alle scarpe, dalle cinture ai cappelli, dalle borse ai gioielli: non manca proprio nulla. Abiti e accessori firmati Armani, Gucci,  Louis Vuitton, D&B,  Manolo Blahnik, solo per citarne alcuni.
Il destino di  questi capi esclusivi normalmente sarebbe quello di restare confinanti in un armadio e inutilizzati per anni: insomma un vero spreco considerando che si tratta di articoli preziosi di grande qualità e creatività.
Ed invece sulle pagine di Private Griffe vanno letteralmente a ruba: le aspiranti fashion seller non devono fare altro che registrarsi e creare il proprio profilo per iniziare a gestire fin da subito e in piena autonomia la propria boutique virtuale. All’interno della propria pagina personale è  possibile inserire le immagini degli articoli corredati da una breve descrizione e dal prezzo di vendita. Come avviene su altri social network, si possono seguire gli altri account ed avere i propri follower.

Di marketplace dedicati alla moda ce ne sono molti in giro per la rete. Il punto di forza del progetto Private Griffe, nato nel febbraio 2012 ad opera di tre giovani imprenditori (Leonardo Cucchiarini, Maria Cecilia Andretta e Francesca Bongiovanni), è l’accurata selezione dei capi che vengono sottoposti a rigorosi controlli al fine di garantirne l’originalità, la qualità e l’assenza di difetti. Prima di essere consegnati all’acquirente tutti  gli abiti e gli accessori vengono inoltre sottoposti ad un accurato processo di pulitura e igienizzazione.
Un altro aspetto molto importante è il controllo sulla transazione, essenziale per garantire la sicurezza e l’affidabilità del portale.

Tuttavia nelle ambizioni dei suoi creatori, Private Griffe non vuole essere solo un’ecommerce ma anche un luogo dove creare stili e tendenze. Si tratta infatti di una vera e propria community al cui interno è possibile scambiarsi idee e opinioni, votare e commentare gli abiti che ci piacciono di più, raccontare il proprio stile attraverso ciò che amiamo indossare.
Tra gli abiti messi in vendita vi sono anche quelli donati da alcune note icone dello stile e della moda (designer, stylist, blogger, giornaliste di moda, ecc.) il cui ricavato servirà a finanziare associazioni di volontariato e iniziative benefiche.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *